La trappola mentale della crescita zero

Su LinkedIn Claudia Gregis ha scritto: La psicologia dei processi cognitivi spiega bene che il nostro cervello ama crearsi dei pregiudizi mentali (più precisamente “cognitivi”- gli esperti mi correggeranno se sbaglio) più o meno accentuati rispetto alle situazioni reali. Questo recente articolo sul Sole 24ore spiega come un certo tipo di informazione mediatica, sfruttando questo meccanismo, induca negli Italiani il pregiudizio mentale di “non riuscire a crescere” e fare decollare la nostra economia. Sarà veramente così?

Ho commentato: Le cause ed i limiti dello sviluppo sono difficili da comprendere, ma in fondo esse sono la conseguenza di una cultura e, nel caso nostro, di una decadenza culturale.  La nostra civiltà occidentale, in Europa ed in particolare in Italia, si sta suicidando, è demotivata ed il primo risultato di ciò si vede nella demografia, che è l’unico e vero problema. Si può invertire il processo? Non lo so. Si può riprendere un percorso di sviluppo? Forse. Ma per fare ciò non servono gli artifici finanziari, il tasso di sconto e così via, che pur sono cose utili ma secondarie e non primarie, ciò che si deve ottenere in primo luogo è rivitalizzare la società, ridarle motivazione e fiducia.

il riferimento è ad un articolo comparso sul Sole 24 Ore:

8d63b7b0-48e7-4efa-80b1-9fca94f594b7-original

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...