La guerra fra Russia ed Ucraina

ll vero problema è che difficilmente Putin potrà o vorrà tornare indietro, non credo possa affacciarsi in televisione e dire “scusate, stavo scherzando” e non so se sia possibile trovare un compromesso: a mio parere (e spero di sbagliarmi) la Russia riuscirà a sconfiggere l’Ucraina, anche se con un costo elevato, se ne annetterà una parte e lascerà all’altra un simulacro di indipendenza con un governo filo russo, successivamente farà lo stesso in Moldavia, lasciando passare un intervallo di tempo di qualche mese o forse di uno o due anni.

Dopo di ciò, la Russia sarà giunta al limite dei territori NATO e dovrà decidere se accontentarsi o scatenare una ulteriore guerra contro la NATO. Qui credo valga la pena di fare qualche considerazione ulteriore:

1 – la politica della Russia ha delle costanti, dai tempo di Ivan IV che per primo si incoronò imperatore, attraverso Pietro il Grande, Caterina, Stalin e Putin. Si tratta della volontà di costituire una sorta di impero (o qualcosa di equivalente in termini moderni) che comprenda tutti i popoli slavi, di fatto ciò che era riuscita ad ottenere ad Yalta e che aveva consolidato con il patto di Varsavia. Un ribaltamento della politica interna Russia può ritardare gli eventi ma difficilmente potrà modificarli.

2 – Per ottenere ciò la Russia deve entrare in guerra contro i paesi occidentali, perché dubito che l’Occidente sia disponibile a concedergli tutto senza reagire, e qui si pone un problema: la Russia ha un forte esercito ed una forte potenza nucleare, ma non ha la possibilità di vincere una guerra lunga per evidenti motivi economici; essa pertanto deve fare in modo da vincere subito, e l’unica possibilità che ha è quella di utilizzare subito ed in maniera sufficientemente pesante l’arma nucleare, e neanche in tal modo è detto che ci riesca.

3 – L’altra possibilità per la Russia sarebbe un’alleanza con la Cina, la quale, pur avendo anch’essa ambizioni di dominio e di espansione nel Pacifico, ha tempi più lunghi ed allo stato attuale ha bisogno dell’Occidente cui vendere i propri prodotti; inoltre, anche qualora tale alleanza fosse possibile, per la Russia si tratterebbe di un alleato piuttosto ingombrante che assumerebbe comunque la guida dell’alleanza stessa.

4 – Non so se l’Occidente abbia una reale possibilità di fermare la Russia, credo comunque che sia necessario un riarmo non solo per essere in condizione di difendersi ma per ripristinare quell’ “equilibrio del terrore” che, bene o male, ha garantito la pace mondiale dopo il 1945.

5 – L’errore fondamentale dell’Occidente è stato quello di non riuscire ad attrarre la Russia nel proprio sistema di valori (forse per una debolezza intrinseca del sistema di valori occidentale); d’altra parte l’errore fondamentale della Russia è quello di aspirare ad un impero che non può permettersi.

6 – Da una guerra fra la Russia ed i paesi NATO, indipendentemente dal vincitore, deriverebbe la totale rovina sia dell’Europa che della Russia, mentre gi Stati Uniti potrebbero continuare ad esistere anche se indeboliti. Il vero vincitore sarebbe la Cina.

2 commenti

    1. Ho letto con rispetto le parole di papa Francesco, che sono non solo un insegnamento ed monito, ma anche un obiettivo per il futuro dell’umanità, e sono andato anche a rileggermi Isaia 11, 6.9, profezia riferita probabilmente ad un futuro lontano, dopo la seconda venuta di Cristo, o forse ad un futuro ultraterreno.
      Un cristiano, d’altra parte, non può ignorare che la natura umana soffre delle conseguenze del peccato originale e, fino a quando queste conseguenze saranno presenti, esisterà il male nel mondo. Per questo la dottrina ammette la legittima difesa propria e degli altri.
      Mentre tutti dobbiamo fare quanto in nostro potere per contribuire ad un modo diverso di governare il mondo, dobbiamo anche realisticamente ammettere che i criteri di governo attuali sono diversi, e lo saranno per un futuro temo ancora lungo.
      Nel caso in esame l’Occidente, non potendo e non volendo intervenire direttamente nel conflitto per evitare mali maggiori, si limita a tentare di mettere la parte più debole nelle condizioni di difendersi meglio.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...